head
diagnostica cardiovascolare
  head  
  struttura  
 

Questa è la prima struttura ambulatoriale presente nel territorio dedicata alla Riabilitazione Cardiologica Intermedia.


Per Riabilitazione Intermedia

(secondo le Linee Guida elaborate dal Working Group on cardiac rehabilitation della Società Europea di Cardiologia, dal gruppo di lavoro SIC, ANMCO-ANCE e dal Gruppo Italiano per la valutazione funzionale del cardiopatico) per Riabilitazione Intermedia si intendono gli interventi indirizzati ai pazienti a rischio medio-basso nella fase post-acuta della malattia ed alla periodica rivalutazione nell'ambito dell'interventoriabilitativo a lungo termine (valutazione ambulatoriale).

L'obiettivo 5.6 del Piano Sanitario Regionale è quello di "Migliorare la Sanità Siciliana con riferimento ai livelli europei più avanzati" ... "particolare attenzione merita la riabilitazione cardiovascolare. Infatti l'aumento della morbilità cardiovascolarecorrelata alla riduzione della mortalità per eventi acuti ed iil sempre maggior ricorso a procedure di rivascolarizzazione miocardia rendono necessaria una efficiente rete di riabilitazione cardiologica..."

La struttura si avvale di una palestra attrezzata e dedicata. Qui il cardiopatico viene seguito per tutto il tempo con la telemetria.


Telemetria
(monitoraggio ECG continuo durante lo sforzo)

La Telemetria viene utilizzata per evidenziare e documentare qualsiasi evento avverso si dovesse verificare, al fine di ottimizzare la retapia od interrompere la seduta se ritenuta pericolosa.
Durante le sedute è sempre presente il Cardiologo Riabilitatore ed il Fisioterapista, inoltre settimanalmente viene pratica dalla Psicologo la psicoterapia di gruppo con una nuova tecnica quali il "psicodramma" ed il Dietologo prescriverà la dieta personalizzata.

Le Linee Guida consigliano 24 sedute bi o tri settimanali da ripetere una o due volte l'anno ai seguenti pazienti:

  • pazienti con cardiopatia ischemica
    • post infarto miocardio
    • post by-pass aorto coronarico
    • post angioplastica coronarica
    • cardiopatia ischemica stabile
  • pazienti sottoposti ad intervento di chirurgia valvolare
  • pazienti con scompenso cardiaco
  • pazienti con trapianto di cuore o cuore-polmone
  • pazienti operati per cardiopatie congenite
  • pazienti con arteriopatia cronica obliterante periferica
  • pazienti portatori di pace-maker o di defibrillatori

Al fine di ottenere i seguenti effetti:

  • riduzione della mortalità
  • miglioramento della tolleranza allo sforzo
  • miglioramento dei sintomi di angina
  • miglioramento dello scompenso
  • miglioramento del rischio cardiovascolare
  • migliore qualità di vita
  • più frequente ritorno al lavoro
foto
 
numero verde copyrights 2008
[ credits ]