head
diagnostica cardiovascolare
  head  
  struttura  
 

Anche in questa branca specialistica la caratteristica è quella di valutare nel suo complesso il paziente al fine di prevenire e diagnosticare le malattie angiologiche od ottimizzare la terapia.

Sono stati pertanto attivati gli Ambulatori di:

  • Valutazione funzionale dell'arteriopatico
  • Valutazione funzionale del flebopatico
  • Valutazione di neuropatia autonomica del diabetico
  • Diagnosi e terapia delle cefalee

A tal fine sono eseguibili i seguenti esami:

  • Pletismografia
  • Fotopletismografia
  • Ecocolor doppler arterioso e venoso dei vari distretti di base e dopo prove fisiche
  • Doppler transcranico con Ecocolor
  • Capillaroscopia
  • Pressoterapia
  • Scleroterapia
  • Mesoterapia

Grazie agli esami più sofisticati oggi è possibile diagnosticare nelle fasi iniziali, aumentando la sopravvivenza e la qualità di vita, le seguenti patologie arteriose:

  • Anomalie e patologie aterosclorotiche e displasiche dei seguenti distretti
    • Carotideo
    • Transcranico
    • Succlavio-vertebrale
    • Celiaco-mesenterico
    • Aorta
    • Arterie degli arti superiori
    • Arterie degli arti inferiori

e venose:

  • Anomalie, insufficienze, trombosi, ulcere dei seguenti distretti
    • Giugulare
    • Cavale
    • Succlavio-vertebrale
    • Vene degli arti superiori
    • Vene degli arti inferiori


Particolare evidenza merita la Capillaroscopia.

La capillaroscopia rappresenta una metodica di studio del microcircolo che suscita grande interesse per la possibilità che offre di osservare in vivo i piccoli vasi attraverso l'utilizzo di un videomiscroscopio. Le zone che si osservano più usualmente sono la regione periungueale. Gli elementi di base che si devono ricercare alla plica ungueale sono l'aspetto delle anse capillari, il numero di esse, la presenza di emorragie microscopiche antiche o recenti, capillari di neoformati, velatura, tinta e trasparenza del fondo.

Vi sono poi da valutare gli elementi microemodinamici che sono rappresentati dallo scorrimento del sangue, dalla presenza di microaneurismi o micropolis e dalla definizione dello stato di aggregazione del sangue in moto, in particolarelo sludge e/o l'impilamento delle emazie.

Nel fenomeno di Raynaud ed in patologie quali le connettiviti la formazione di immunocomplessi (IC) rappresenta uno dei più importanti e conosciuti meccanismi di immunoflogosi che stanno alla base delle alterazioni strutturali e dinamiche del sistema circolatorio, compreso il distretto del microcircolo. Inoltre, la deposizione dei complessi antigene-anticorpo nella zona del microcircolo produce una attivazione emocoagulativa con deposizione microvascolare di fibrina, con possibile rapida eliminazione attraverso le forze litiche espresse dalla parete. Ne conseguono alcuni fenomeni quali ischemie transitorie, emorragie da consumo del fibrinogeno e delle piastrine, infine emolisi conseguenti alle deformazioni e rotture che subiscono i globuli rossi costretti a passare attraverso le reti di fibrina.

foto
 
numero verde copyrights 2008
[ credits ]